Depositphotos

Dunque, la Russia ha accolto con favore gli sforzi di mediazione della Santa Sede nel conflitto in Ucraina. Lo ha affermato in un’intervista a Ria Novosti il direttore del Primo dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo, Alexey Paramonov.

“La dirigenza vaticana ha ripetutamente dichiarato la propria disponibilità a fornire ogni possibile assistenza per raggiungere la pace e porre fine alle ostilità in Ucraina. Queste affermazioni sono confermate nella pratica. Manteniamo un dialogo aperto e riservato su una serie di questioni, principalmente legate alla situazione umanitaria in Ucraina“, ha detto Paramonov.

Intanto giovedì il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi sarà a Kiev con il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente francese Emmanuel Macron. La notizia era stata anticipata da ‘Bild am Sonntag’, che aveva parlato di una visita dei tre leader prima del vertice del G7 a fine giugno. La rivista online ‘Focus’ aveva ipotizzato proprio giovedì 16 giugno come possibile data del viaggio. Berlino continua ufficialmente a non confermare la visita per motivi di sicurezza.