Mario Draghi (foto Depositphotos)

Nel giorno in cui oltre 1.300 sindaci, tra cui anche numerosi esponenti del centrodestra, hanno sottoscritto l’appello a Mario Draghi ad andare avanti in nome della stabilità, ecco arrivare analoghi inviti al premier anche dal centrosinistra.

“Draghi potrà valutare anche le numerosissime espressioni di solidarietà provenienti da tutte le categorie e dalle istituzioni internazionali: l’Italia ha ancora bisogno di lui. Ultimo, ma non per importanza, oggi le principali città italiane accoglieranno manifestazioni spontanee a difesa dell’esecutivo” ha affermato il senatore dem Andrea Marcucci, ricordando che in ogni caso “c’è una maggioranza ampia in Parlamento a sostegno del governo”. “Conte voleva mandare a casa Draghi e invece sarà la grande maggioranza dei grillini a mandare a casa Conte, come quello che è partito per suonare e finisce suonato” è stata invece la previsione del leader di Italia Viva, Matteo Renzi. “Secondo me – ha proseguito l’ex premier – alla fine la cosa importante è che il finale sia: Draghi torna a Chigi e Conte torna a casa”.