foto: depositphotos

ROMA – "I vaccini aggiornati bivalenti sono già pronti, si comincia subito, da lunedì, con la somministrazione". Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, durante la conferenza stampa sulla prosecuzione della campagna vaccinale anti-Covid, che si è svolta a Roma presso il dicastero di Lungotevere Ripa.

REZZA: MEDICI FAMIGLIA CENTRALI IN CAMPAGNA AUTUNNALE

"Credo che i medici di famiglia siano centrali per la campagna vaccinale del prossimo autunno-inverno, come lo sono naturalmente le farmacie ma anche gli specialisti, che dovrebbero sentirsi maggiormente coinvolti nella campagna, raccomandandoli ai pazienti che presentino altre malattie", ha spiegato Rezza.

REZZA: BIVALENTE SU BASE VOLONTARIA DA 12ESIMO ANNO ETÀ

"L'obiettivo di copertura vaccinale lo si va a valutare nelle categorie di persone per cui il booster è raccomandato, quindi anziani, fragili, operatori sanitari, donne gravide e nelle Rsa. Per gli altri, a partire dal 12esimo anno di età, il vaccino bivalente è stato autorizzato dall'Ema e lo si può fare su base volontaria".
"Nei prossimi giorni- ha aggiunto Rezza- verranno date indicazioni più dettagliate compatibilmente con le modalità organizzative delle Regioni, in relazione alle priorità indicate dalla circolare ministeriale".

REZZA: PROTEGGERE SOPRATTUTTO PERSONE PIÙ A RISCHIO

"Cambia il paradigma, che ci porta verso la protezione soprattutto delle persone più a rischio. A questo è ispirata la circolare ministeriale ed è questa la nostra strategia vaccinale". Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, durante la conferenza stampa sulla prosecuzione della campagna vaccinale anti-Covid, che si è svolta oggi a Roma presso il dicastero di Lungotevere Ripa. "Andiamo verso una tipologia di strategia vaccinale che ricorda molto quella dell'influenza- ha aggiunto Rezza- e che mira a proteggere le persone a rischio soprattutto dalla malattia grave". Secondo Rezza, intanto, tutti i vaccini si sono "dimostrati efficacissimi per proteggere nei confronti della malattia, soprattutto di quella grave. Il vero successo- ha sottolineato- è stato quello di far diminuire le ospedalizzazioni e soprattutto i ricoveri in terapia intensiva, rimasti sempre molto bassi".

LOCATELLI (CSS): IN ARRIVO A SETTEMBRE 19MLN DOSI BIVALENTE

"Sono in arrivo per settembre 19 milioni di dosi di vaccino bivalente". Lo ha fatto sapere il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, durante la conferenza stampa sulla prosecuzione della campagna vaccinale anti-Covid, che si è svolto oggi a Roma presso il ministero della Salute.

LOCATELLI (CSS): DA BIVALENTI RISPOSTA ANCHE CONTRO BA.5

"Il vaccino bivalente aggiornato contro BA.1 si è dimostrato in grado di generare una risposta di anticorpi neutralizzanti decisamente significativa ovviamente contro BA.1, ma anche contro BA.4 e BA.5, che sono le varianti oggi dominanti, coprendo il 96% di tutti i ceppi isolati in Italia", ha fatto sapere il presidente del Consiglio Superiore di Sanità. "Sono quindi utili- ha aggiunto- per la prevenzione di malattia grave o fatale e rappresentano un'ulteriore arma".

LOCATELLI (CSS): DA ITALIA 58MLN DOSI DONATE, DI CUI 53MLN A 'COVAX' OMS

"Ad oggi l'Italia ha donato 58 milioni di dosi di vaccino Covid-19. Di queste, 53 milioni sono state donate al programma 'Covax' dell'Oms".