Depositphotos

Anche 100 mila dollari all'anno per portare a spasso il cane degli altri. Succede a New York dove, dopo il boom di adozioni di cani durante la pandemia di Covid, il mestiere di dogsitter è diventato assai redditizio. In media, a Manhattan una passeggiata di mezz'ora costava al proprietario di un cane 14 dollari, ora si è arrivati a 35 dollari, come riportato dal New York Times.

È un lavoro dall'orario flessibile che spesso scelgono gli studenti universitari per arrotondare e pagarsi studi e affitti, anche quelli ormai carissimi, o anche attori, musicisti, scrittori, studenti, e persino pensionati. Secondo la non profit American Society for the Prevention of Cruelty to Animals, oltre 23 milioni di famiglie americane hanno acquistato o adottato un animale domestico durante la pandemia.

Con il ritorno in ufficio, dopo la fine delle restrizioni, qualcuno deve pur pensare a portare a spasso i cosiddetti 'pandemic puppies' (cuccioli della pandemia), non a caso quindi quello che era considerato un lavoro per racimolare dollari extra ora è diventato un'occupazione a tutti gli effetti. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome