Il "Grande Torino"

"Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta". Nell'anniversario della tragedia di Superga il Torino utilizza le parole di Indro Montanelli per rendere omaggio a Valentino Mazzola e compagni. E sul proprio sito internet ricorda i nomi delle vittime dello schianto - alle 17.05 del 4 maggio di 69 anni fa - del trimotore I-Elce, di ritorno da Lisbona, contro la Basilica di Superga. Come ogni anno, i giocatori del Torino saliranno al Colle per l'omaggio agli Invincibili. Alle 17 di oggi pomeriggio la Messa in suffragio dei caduti officiata da don Riccardo Robella.

ATTESI MIGLIAIA DI TIFOSI
Al termine tutti si sposteranno sul retro della basilica, davanti alla lapide con i nomi dei 31 caduti che come da tradizione saranno letti dal capitano granata, Andrea Belotti. Come ogni anno alla basilica sono attesi migliaia di tifosi. Per chi non riuscirà a salire al colle, c'è la possibilità di onorare la memoria del Grande Torino nello cortile dello stadio Filadelfia, che resterà aperto. E questa sera la Mole Antonelliana si tingerà per l'occasione di granata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome