Si è aperta a Pechino la XIV edizione della Giornata del Contemporaneo, il palinsesto di eventi che l’Associazione dei Musei d’arte Contemporanea Italiani (AMACI) dedica ogni anno alla promozione dell’arte contemporanea italiana.

L’iniziativa, che vede accanto al MIBAC anche la partecipazione attiva del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha preso il via nella capitale cinese con la mostra “The Light Of Memory”, inaugurata presso la Galleria di Belle Arti della China National Academy of Painting.

La mostra, curata dal filosofo Giorgio Agamben e dal critico d’arte cinese Zhang Xiaolin, raccoglie circa cento opere di quattro artisti, italiani e cinesi, Ruggero Savinio, Giuseppe Modica, Tang Yongli e Zhang Yidan, che nelle intenzioni dei curatori danno vita ad un dialogo pittorico fra “corporeita’” della luce, memoria del “suo lungo viaggio” che forma “tutte le figure”, e quella luce senz’ombra, che “si fa bruma e opalescenza”, cosi’ tipica nella tradizione della pittura cinese. La mostra e’ stata organizzata dalla China National Academy of Painting e dalla rivista Art News of China, in stretta collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Pechino.

Due conferenze organizzate presso l’Istituto Italiano di Cultura e  presso la China National Academy of Painting, presenti Ruggero Savinio e Giuseppe Modica, pittori e critici cinesi, sono servite ad approfondire i temi della mostra.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome