"Premio Miss Chef": da oggi a New York la settima edizione

Settima edizione per Miss Chef, la prima competizione riservata alle migliori chef italiane ideata da Mariangela Petruzzelli, giornalista e autrice tv, direttrice artistica e producer del format. Dopo le prime due edizioni del Premio svolte ad Ischia nel 2012 e nel 2013, nel 2014 Miss Chef è diventato itinerante toccando varie Regioni e territori italiani per giungere fino a New York, nel periodo del Columbus Day. Da oggi a giovedì 11 ottobre, la competizione torna negli Usa per la quinta edizione di Miss Chef New York. Protagoniste della gara, sia in Italia che all’estero, sono chef professioniste, selezionate per curriculum professionale e meriti.
Le chef in competizione, per ogni tappa, sono 4 e devono cimentarsi nella realizzazione di un piatto, in base al loro repertorio in cucina, seguendo il Regolamento del Premio. La gara
consiste in uno show-cooking seguito dalla degustazione dei piatti presentati a due giurie, una tecnica l’altra istituzionale. La somma dei voti delle due Giurie elegge la Miss Chef della tappa. Testimonial international dell’edizione 2018, Anno del Cibo, è Paola Aranci,  romana, già chef executive presso Grace Mansion, residenza del Sindaco di New York, Bill De Blasio ed oggi creative director dello school food district di NYC.
“La passione per la cucina è qualcosa che coltivo fin da bambina”, dice Aranci. “Essere donna e scegliere questa professione mi è costato impegno e sacrificio. Ma sono convinta del valore aggiunto che ho apportato nell’essere Chef tra eleganza, passione e creatività. Il mio sogno oggi si è realizzato e la posizione che ho ricoperto per due anni e mezzo come Chef Executive presso Gracie Mansion, residenza del Sindaco di New York e quella che ricopro oggi come creative director dello school food district di New York sono motivo di soddisfazione personale e di orgoglio italiano. È quindi con grande onore – aggiunge la chef – che ho accettato l’invito ad essere international testimonial di Miss Chef, manifestazione internazionale di settore, che unisce la categoria femminile e le scelte di vita, facendoci
più forti e unite, al di là di confini ed esperienze”.
Dopo aver già ottenuto importanti consensi negli Usa, soprattutto presso Bill De Blasio, sindaco di New York, e dell’allora console generale Natalia Quintavalle, la competizione torna nella Grande Mela con una serie di grandi eventi durante le celebrazioni del Columbus Day. Il programma americano della kermesse sarà ricco ed intenso.
Si parte il 5 ottobre con la competizione presso la prestigiosa location del ristorante  siciliano Norma Restaurant con l’elezione della Miss Chef 2018: padrone di casa e proprietario del Norma Restaurant è lo chef Salvatore Fraterrigo, originario di Trapani.
In gara Maura Ardu, Elda Buonanno Foley, Stefania Calabrese e Sena Yaras, che si cimenteranno nella realizzazione di un piatto siciliano. Madrina e testimonial Paola Aranci, che è anche Presidente della Giuria Tecnica.
Con lei in giuria Luisa Barrow Taddei – Executive Vice Presidente “Res Antiqva”,  Salvatore Fraterrigo - Proprietario “Norma Restaurant” NY, Giuseppe Musso-Ristoratore.  La giuria istituzionale verrà presieduta da Josephine A. Maietta -Presidente AIAE - Association of Italian American Educators; la compongono poi Corrado Giardina, Presidente Associazione Terra Nostra; Anthony Pasquale, Giornalista ICN-Radio-NY, Maria Puccio, Proprietaria “Rockleigh Country Club” NJ.
La gara sarà anticipata domani, 4 ottobre, alle 18 con un incontro a Gracie Mansion con il Sindaco De Blasio durante l’Italian Heritage Day. In questa occasione, dopo i saluti istituzionali alla delegazione, al sindaco verrà consegnata la lettera per l’assegnazione
del Premio Arbor Pacis da parte dell’Associazione di pace internazionale Assisi Pax  International. Sabato 7, la delegazione Miss Chef parteciperà al Premio Colombo, organizzato dalla Federazione delle Associazioni della Campania negli Usa e, il giorno seguente, 8 ottobre, alla parata del Columbus Day sulla 5th Avenue, seguita dal cocktail party in Consolato. Il 10 ottobre, alle 10,30 si svolgerà un importante meeting presso l’Istituto Italiano di Cultura a New York, dove Petruzzelli verrà ricevuta dal direttore
dell’Istituto, Giorgio Van Straten. A seguire, alle ore 12,30, si svolgerà la conferenza stampa internazionale, alla presenza della stampa italiana ed estera, presso il John D. Calandra Italian American Institute del Festival “Malta meets Matera - Matera meets
Malta” che promuove l’incontro tra le due Capitali Europee della Cultura 2018 e 2019.  Ne parleranno Anthony J. Tamburri, direttore “The John D. Calandra Italian American Institute”, Mariangela Petruzzelli, ideatrice e producer del Festival, Josephine A. Maietta, Leonardo Metalli, giornalista e Fondatore “Mad for Italy”, Anthony Pasquale, giornalista, e lo chef Bruno Milone.
Il progetto "Malta meets Matera-Matera meets Malta” nasce con l’obiettivo di generare azioni virtuose di scambi, di saperi e di buone pratiche in campo culturale, sociale, economico, turistico ed istituzionale tra le due Capitali della cultura.  Il Festival, comunica Petruzzelli, è già stato presentato al Sindaco de La Valletta, Alexiei Dingli, all'Ambasciatrice di Malta in Italia Vanessa Frazier, al Governo Maltese, al Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri e alla Fondazione Matera-Basilicata 2019, nonché al Comune di Grassano (MT), borgo natio di Anna Briganti, nonna del sindaco De Blasio. Il Festival si realizza con la collaborazione del fotografo Maurizio Urso che già un anno fa ha cominciato a fotografare i luoghi storici di Matera e La Valletta, per dare vita ad una importante mostra fotografica inserita all'interno del Festival. La mostra sarà l’evento inaugurare del Festival a La Valletta e continuerà tra agosto e settembre 2019  a Matera.
“Torniamo a New York con il Premio Miss Chef per il quinto anno, avendo lavorato sodo e grazie ad un lavoro di squadra eccellente”, il commento di Petruzzelli, che si dice “lieta di presentare a New York il progetto del Festival “Malta meets Matera -Matera meets Malta”.
Durante la kermesse americana verrà anche girata una puntata tv del format tematico Miss Chef, ideato e prodotto sempre da Petruzzelli, che andrà in onda sull’emittente italo americana “Sì Italia Tv” (www.si-italia.tv).  Nell’ambito di Miss Chef, infine, verrà promosso anche l’operato di artiste designer e artigiane. In particolare, Matilde Scandurra Marcovina, siciliana e designer del brand Matiù Matiè, ha realizzato per la kermesse le “Love Bags”, realizzate rigorosamente a mano con la cooperazione di alcune signore siciliane protagoniste di un progetto sociale importante per il loro reinserimento nel mondo del lavoro contro l’emarginazione e le violenze domestiche divulgato e sostenuto da Miss Chef. Parte del futuro ricavato della vendita delle borse verrà dunque devoluto in beneficenza per la causa internazionale “Help a woman” nata, tramite Miss Chef, per aiutare diverse  associazioni onlus nazionali ed estere. Per la kermesse, Marinella Modica, siciliana  trapiantata in Campania e ceramista virtuosa, ha realizzato dei ciondoli originali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome