Da sinistra, Teresa Gazza, Silvia Norbis, Maria Bernardi Maffi, Jorge Zás e Graciela Vivaldelli

Un lavoro collettivo per dare maggiore diffusione all’insegnamento della lingua italiana in Uruguay. È partito da queste considerazioni il primo incontro degli studenti d’italiano dei
circoli trentini dell’Uruguay organizzato presso la Casa de Cultura di Colonia. Alla giornata di formazione hanno partecipato una quarantina di persone tra alunni e docenti dei diversi corsi che vengono organizzati presso le associazioni di Montevideo, Colonia e Carmelo.

Come ha spiegato a Gente d’Italia Jorge Zas, coordinatore dei circoli trentini dell’Uruguay, l’iniziativa è nata durante l’ultimo incontro regionale dei trentini che si è svolto in Brasile lo scorso febbraio: “La proposta nacque in quei giorni. All’interno della nutrita delegazione uruguaiana emerse la volontà di poter fare una cosa del genere una volta all’anno. In una seconda riunione svoltasi a giugno a Montevideo abbiamo pianificato il tutto”.

Sono due, in particolare, gli obiettivi sottolineati da Zas nel suo commento: “Cerchiamo di lavorare insieme affinché ci possa essere una maggiore diffusione dell’insegnamento dell’italiano nel paese. Oltre a ciò dobbiamo promuovere maggior contatto tra docenti e alunni per poter coordinare al meglio i programmi dei corsi e lo scambio di informazioni. Ripeteremo questo appuntamento anche il prossimo anno a Carmelo”.

Per Maria Bernardi di Colonia la “giornata è stata molto produttiva, partecipativa e di grande integrazione”. “Tra i partecipanti” -ha proseguito- “è emersa la volontà di ripetere questo incontro visto l’ottimo risultato raggiunto”. “Questo” -ha affermato Mónica Calvi di Montevideo- “è un sogno nato alcuni mesi fa e che si è potuto finalmente concretare dopo un ottimo lavoro di preparazione”. “I ringraziamenti” -ha aggiunto- “vanno ai professori che hanno guidato con professionalità i partecipanti nelle diverse attività e agli alunni che hanno risposto con grande allegria ai lavori assegnati. Oltre a questi bisogna menzionare anche le autorità presenti: il loro impulso è stato fondamentale per il successo dell’evento”.

“Siamo coscienti di aver iniziato qualcosa di importante” ha spiegato la presidente del Circolo Trentino di Montevideo Silvia Norbis che ha voluto ringraziare “tutti i partecipanti e questa meravigliosa lingua che ci unisce”. Dopo le attività didattiche e i lavori di gruppo, la giornata trentina è proseguita con una visita guidata nel centro storico di Colonia.

Matteo Forciniti

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome