Argentina, il presidente Mauricio Macri.

Nonostante le polemiche per l'annuncio da parte del giudice che indaga sul caso che il sottomarino non sarà recuperato per "non inquinare le prove" e perché l'operazione sarebbe troppo complicata e costosa, è fortissima la commozione in Argentina per la tragedia del San Juan, il sottomarino scomparso e ritrovato dopo oltre un anno a 900 metri di profondità.

Il presidente Mauricio Macri ha decretato tre giorni di lutto nazionale in seguito alla localizzazione dello scafo, che ha ufficializzato - di fatto - la scomparsa di tutti i 44 membri dell'equipaggio morti in servizio.

Il capo di Stato, in un accorato messaggio alla nazione, ha reso omaggio ai caduti, ringraziando tutti i paesi e le personalità coinvolte nelle laboriose operazioni di ricerca. "Il governo si impegnerà sempre affinché sia fatta luce sulla vicenda - le parole di Macri - Si apre una fase di indagini serie per conoscere tutta la verità, alla quale ci siamo impegnati fin dal primo giorno, nel rispetto dei nostri eroi e delle loro famiglie".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome