Quali sono le malattie più letali oggi al mondo? Alcune sono delle 'vecchie conoscenze' dell'umanità, che ancora oggi evocano paure e orrori ancestrali. Altre, invece, sono pressoché sconosciute - o quasi - da una fetta consistente della popolazione del pianeta. E così accanto al colera o alla peste bubbonica figurano l'ebola e altre due malattie poco comuni che però mietono migliaia di vittime ogni anno in tutto il globo.

La fascite necrotizzante, ad esempio, è un’infezione batterica invasiva che attacca i tessuti e che si può contrarre con un semplice taglio, grazie al quale il batterio penetra in ferite ospedaliere ancora aperte distruggendo tutto ciò che trova interno. Un parassita trasmesso da un insetto notturno, invece, è responsabile della malattia di Chagas, che attacca il sistema circolatorio. L'ospite indesiderato si accasa direttamente nel sangue e, una volta giunto nel cuore, può distruggere tutto il sistema cardiovascolare.

L'ebola, invece, è diffusa da filovirus estremamente aggressivi e periodicamente fa registrare epidemie letali in vaste regioni dell'Africa centrale, mentre il colera è endemico presso alcuni paesi asiatici e ogni anno miete quasi 100mila morti, in massima parte a causa delle scarse condizioni igieniche dell'acqua. Infine, la peste bubbonica o peste nera: diffusa da un batterio, lo Yersinia pestis, è trasmessa all'uomo da roditori, ratti e alcune specie di scoiattoli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome