Messico, 16 morti nella guerra del narcotraffico (foto di repertorio).

Esplode la guerra del narcotraffico in Messico. La polizia del paese latino americano ha trovato i corpi senza vita di nove persone appesi a un ponte e quelli di altre sette fatti a pezzi e buttati in strada nella città di Uruapan, nella regione occidentale dello Stato di Michoacan.

LA "FIRMA" DEI BOSS DI JALISCO
Secondo quanto riferito dalla Bbc, sul ponte era stato legato uno striscione con le iniziali del cartello della droga più potente del Messico - il Jalisco New Generation - ed un riferimento a un cartello rivale, quello dei Viagras.

LE PAROLE DEL PROCURATORE
"E' in corso una guerra per il controllo del territorio fra cellule locali di diversi gruppi criminali", ha spiegato il Procuratore dello Stato, Adrian Lopez: le bande "lottano per il controllo del territorio riguardo alla produzione, la distribuzione e il consumo delle droghe", ha spiegato.

AUMENTA IL NUMERO DEGLI OMICIDI
L'anno scorso le autorità messicane hanno avviato un record di 33.341 indagini per altrettanti casi di omicidio e nei primi tre mesi di quest'anno il numero degli omicidi è aumentato del 9,6% rispetto allo stesso periodo del 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome