C'è un concessionario del Texas, a Houston, che ha messo in vendita una Bianchina del 1964 al prezzo di 19.000 dollari. Una rarità... "Si tratta - è stato spiegato - di un esemplare che ha passato tutta la propria vita in Italia. Ha percorso appena 32.000 chilometri ed è stata sottoposta a un profondo restauro a Maranello e una volta rimessa a nuovo è stata spedita negli Stati Uniti. Non ha subito incidenti, non ha ruggine e il complesso processo di importazione è stato portato a termine e il nuovo titolo di proprietà, nel Texas, è pronto per trovare un nuovo possessore".

Ovviamente non ce ne sono tante di Bianchine negli Stati Uniti e per chi ha ricordi che vanno un po' indietro nel tempo, la Bianchina ebbe un grande momento di popolarità anche al cinema: era infatti l'auto di Fantozzi. Nella realtà la Bianchina è stata prodotta dalla Autobianchi dal 1957 al 1969. Era stata concepita all'epoca come al versione lussuosa della 500 della quale utilizzava l'autotelaio e la meccanica.

Venne presentata nel 1957 al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano successivamente furono immessi sul mercato, oltre alla versione berlina, anche la cabriolet, la panoramica e la furgoncino. Ne furono prodotti oltre 300.000 esemplari. All'inizio fu proposta nella carrozzeria a tre volumi, definita 'Trasformabile', con pinne posteriori, cromature e tetto apribile in tela.

Progetto di Dante Giacosa, al momento di entrare sul mercato ebbe, subito, un successo sensazionale, cancellando ogni più rosea previsione con consegne che superarono quelle del modello al quale si era ispirata, la 500. Il motore della Bianchina aveva una potenza di 497 CV con una velocità massima di 90 chilometri all'ora. Durò sul mercato per dodici anni, mentre l'Autobianchi, nata nel 1955, fondata da Giuseppe Bianchi, ha chiuso la propria attività nel 1995. I diritti d'uso del marchio sono ancora detenuti dal Gruppo FCA e qualche anno fa lo scomparso Sergio Marchionne ne aveva paventato il ritorno, ma poi non se ne fece nulla.

Tony Porpiglia - Caterina Pasqualigo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome