Chi sono, che studi hanno, come hanno iniziato la loro carriera politica, quali sono le loro virtú ed i loro difetti? Sono coloro che conducono la nostra politica e dobbiamo conoscerli meglio.

SERGIO MATTARELLA

Per rispetto alla sua investitura cominciamo con il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, un Capo dello Stato che, sicuramente, oggi è un po’ una perla da coccolare per la nostra Nazione.

BIOGRAFIA

Quarto figlio di Maria Buccellato e Bernardo Mattarella, Sergio è fratello minore di Piersanti Mattarella, che nel 1980 fu assassinato da Cosa nostra quando era presidente della Regione Sicilia. É nato a Palermo il 3 luglio del 1941, suo padrino di battesimo fu l'amico paterno Salvatore Aldisio, deputato del Partito Popolare Italiano perseguitato dai fascisti ma che sarebbe stato, al principio degli anni ’40, un esponente di primo piano della ricostruzione democratica. L’attività politica di suo padre Bernardo lo portó giovanissimo a Roma dove cominciò a militare nel Movimento Studenti della Gioventù Maschile di Azione Cattolica. Fu in questo seno che diede i primi passi nella sua prolifera carriera politica e fu cosí responsabile come delegato degli studenti di Roma e poi del Lazio dal 1961 al 1964.

Dopo il suo diploma del liceo classico al San Leone Magno di Roma (istituto religioso dei Fratelli maristi delle scuole) nel 1964 si laureò in giurisprudenza all'Università La Sapienza di Roma con 30 e lode. La sua tesi su "La funzione dell'indirizzo politico" fu motivo di una speciale attenzione dei Professori dell’epoca. L’iscrizione all’albo degli avvocati nel foro di Palermo giunse nel 1967, cominciando cosí l’esercizio della sua professione in uno studio legale della capitale siciliana specializzato in diritto amministrativo. Amó da giovane la docenza e fu per questo che intraprese la carriera accademica all’Istituto di Diritto Pubblico dell'Università di Palermo in qualità di collaboratore di Pietro Virga. Nel 1965 divenne, a soli 24 anni, assistente di diritto costituzionale. Ben presto fu professore associato e insegnò diritto parlamentare fino al 1983.

Si è occupato per molto tempo di questioni parlamentari, soprattutto bicameralismo, procedimento legislativo e attività ispettiva del Parlamento, Nella sua vita privata Sergio Mattarella sposò Marisa Chiazzese, morta nel 2012 a Castellammare del Golfo. Era, figlia dell'ex rettore dell'università di Palermo e docente di diritto romano Lauro Chiazzese. Il fratello Piersanti Mattarella aveva sposato Irma, sorella della consorte Marisa. Ricordiamo che Piersanti fu ucciso dalla mafia nel 1980. La sorella maggiore Caterina morí il 30 giugno 2015. L’altro fratello, Antonino abita in Sicilia. Mattarella ha tre figli: Laura, che svolge le funzioni di protocollo tipiche del consorte da quando è Presidente, Francesco e Bernardo, quest’ultimo Professore Ordinario di diritto amministrativo all'Università di Siena, alla LUISS Guido Carli di Roma e la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. Bernardo, nel 2014, è stato scelto dalla ministro Marianna Madia per diventare Capo dell'Ufficio Legislativo del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Il 3 febbraio del 2015 Sergio Mattarella è diventato il 12º presidente della Repubblica Italiana. É stato deputato fra il 1983 al 2008: prima per la DC (di cui fu vicesegretario) e poi per il Partito Popolare Italiano, La Margherita ed il Partito Democratico. É stato Ministro per i Rapporti con il Parlamento dal 1987 al 1989, Ministro della Pubblica Istruzione (1989-1990), Vicepresidente del Consiglio (1998-1999), Ministro della Difesa (1999-2001) e Giudice Costituzionale (2011-2015). É stato eletto Presidente della Repubblica Italiana il 31 gennaio 2015 al quarto scrutinio con 665 voti, poco meno dei due terzi dell'assemblea elettiva. Ha giurato come Capo dello Stato il 3 febbraio 2015 diventando così il primo siciliano a ricoprire tale carica. Come Capo dello Stato ha incaricato due presidenti del Consiglio dei ministri: Paolo Gentiloni (2016- 2018) e Giuseppe Conte (dal 2018). Ha nominato una senatrice a vita, Liliana Segre, il 19 gennaio 2018 e un giudice della Corte costituzionale, Francesco Viganò, il 24 febbraio successivo.

Nel 1982, quarantenne, l’ex leader politico DC Francesco De Mita lo spronò ad occuparsi di più nella politica attiva. In quell'anno, Cosa nostra uccise il Segretario Regionale del PCI Pio La Torre e il Prefetto di Palermo Carlo Alberto dalla Chiesa, che seguivano di appena due anni l'uccisione di Piersanti Mattarella. I tragici eventi furono determinanti per la credibilità del sistema politico siciliano ponendo la DC nella necessità di reagire al fenomeno mafioso. In questo contesto Mattarella si prese fortemente le proprie responsabilità diventando così un grande lottatore politico fino a raggiungere il massimo mandato costituzionale del nostro paese.

STEFANO CASINI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome