Campionato finito? Ma fatemi il piacere! Ditelo a Conte. Non al premier che presto aprirà gli stadi e saremo tutti felici e contenti. Dico Conte il padrone dell’Inter che ha praticamente licenziato in diretta tv, l’altra sera, l’ad Marotta in attesa che torni Steven Zhang, scappato in Cina mentre la Cina – come dice Trump – arrivava da noi. L'Inter lo ha abbandonato – dice Conte. Da sempre. Una talpa in servizio permanente effettivo l’ha tradito. Come aveva tradito Spalletti.

Con Conte il campionato non finisce mai. Gli siamo grati i giornalisti sportivi che hanno già digerito – da anni – l’ennesimo scudetto della Juve. Il bello è arrivato adesso. Cosa succederà? Calciomercato? Già c’era da divertirsi con la balla..cinese di Messi, adesso non si sa: 1) se Conte resta; 2) se Conte se ne va sua sponte; 3) se lo cacciano; 4) se trovano l’accordo per quel pacco di milioni che gli toccherebbero di liquidazione; 5) se ha ragione quell’avvocato che parla di licenziamento per giusta causa.

Conte se l’è presa anche con quelli – suoi nemici – che sono saltati sul carro dell’Inter vicecampione d’Italia (fummo o no, nel ’94, vicecampioni del mondo?). "Non mi piace quando la gente sale sul carro e qui succede" ha detto dopo la vittoria in casa dell’Atalanta. Se fossi interista questo secondo posto a un punto dalla Juve mi brucerebbe più di una salvezza colta all’ultimo minuto, testimonianza di un fallimento. Come dire che i nerazzurri lo scudetto l’hanno perso per colpa del Bologna, come 56 anni fa. Quell’1-2 di San Siro inaspettato, dopo il vantaggio e un rigore sbagliato, quando tutto lasciava intravedere una facile vittoria casalinga.

Il resto è già in archivio. Siamo già in Europa. La Champions incombe (anche l’Europa League): la Juve pensa al lasciapassare Lione, il Napoli al Barcellona, l’Atalanta è già pronta per il PSG. Tutto va ben, madama la marchesa. Tranne Conte, che ha finalmente trovato immensi spazi per il suo adeguato Ego. E quegli opinionisti che, in mancanza agostana dei titolari, stanno dicendo che un campionato così non l’avevano mai visto. Una tragedia. E non confessano che negli altri campionati non c’erano. E se c’erano dormivano. Vorrei dirgli – come Dudù il Gagà di Montesano – "oh come mi sono divertito". Ma loro, un sorriso nella tragedia non lo capirebbero. Per loro va sospeso anche il prossimo campionato. Tanto, che gliene frega?

Italo Cucci

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome