foto depositphotos

Fu nel 1989 che il governo degli Stati Uniti decise che anche gli italo-americani avevano diritto al loro mese, dedicato al patrimonio e alla cultura. Fu scelto ottobre per la concomitanza del Columbus Day, il giorno di festa nazionale, secondo lunedì del mese, oggi più mai respinto e diventato per ciò che accadde (e la storia nemmeno lo conferma) soltanto... oltre cinquecento anni fa. Ma gli Stati Uniti, tra statue del navigatore distrutte o rimosse e nascoste in cantina, tra 'Columbus Day' ribattezzati 'Indigenous Peoples Day', continua a celebrare gli italiani. Snobbato, almeno fino a ieri, dalle istituzioni italiane negli USA (non c'era traccia nelle website, dall'Ambasciata ai Consolati, eccezione fatta per Boston), l'Italian-American Heritage and Culture Month è però ricordato e celebrato dalle grandi associazioni italo-americane. Così John Viola, vice presidente dell'Italian Sons and Daughters of America ha mandato un messaggio con abbraccio virtuale ai 25 milioni di italo-americani sparsi dalle coste dell'East a quelle del West per dare il via ai 31 giorni che avranno il compito di esplorare storia, cultura, tradizioni e certo anche ricette gastronomiche. La NIAF, National Italian American Foundation, ha invece voluto sottolineare l'iniziativa del Governatore del Massachusetts, Charles D. Baker, che per l'ufficiale apertura del mese italiano ha voluto riconoscere cinque tra discendenti di emigranti e italiani stessi, che hanno alzato davvero in alto la bandiera tricolore. Primo tra tutti il Dr. Anthony Fauci, l'immunologo diventato una celebrità per le sue battaglie in particolare prima contro l'Aids e adesso il Covid. Fauci sarà anche protagonista, il 31 ottobre per il 45º Anniversary Gala, la grande festa del NIAF che però per questa edizione si svolgerà in versione virtuale, a causa della pandemia. Fauci, Direttore del National Institute of Allergy and Infection Diseases per l'occasione sarà insignito del '2020 Leonardo da Vinci Award' per la sua leadership nel campo della medicina e della scienza. In attesa della fine del mese, il Dr. Fauci ha però mandato subito un video di ringraziamento al Governatore del Massachusetts per il riconoscimento ricevuto. Fauci nipote di emigranti italiani è stato unito per l'occasione a Samuel Alito, figlio di calabresi, giudice della Supreme Court, la cantante Connie Francis, il cui vero nome è Concetta Maria Franconero poi gli scomparsi Geraldine Ferraro, prima donna nella storia a essere candidata alla vice presidenza degli Stati Uniti, era il 1984 scelta dal Democratico Walter Mondale. Infine quinto italiano celebrato dal Massachusetts il grande regista Federico Fellini. E nonostante le difficoltà, i problemi di quest'anno legati alla pandemia, a ricordare il mese degli italo-americani a Boston, nel quartiere italiano di North End è stato installato un enorme striscione. UNICO, la più grande organizzazione italo-americana negli USA, nella sua webpage ha una grande bandiera tricolore con lo sfondo del Colosseo e della Torre di Pisa. "Ciao a tutti. - così inizia il saluto del presidente nazionale Frank N. De Frank - Ricordiamo e onoriamo i nostri antenati che sono venuti in America in cerca di opportunità economiche, libertà di religione e speranza di una vita migliore. Come tutti sappiamo, italiani e italo-americani sono conosciuti e rispettati non solo per il nostro cibo, ma anche per la nostra energia e passione. Continuiamo a preservare, proteggere e perpetuare il nostro patrimonio attraverso le celebrazioni di questo mese, in particolare il Columbus Day. Il Coronavirus può impedirci di viaggiare, ci può far indossare la mascherina e mantenere la distanza sociale, ma non può influenzare il nostro amore e la passione per le nostre famiglie, amici e l'eredità italiana. Molte grazie e Dio vi benedica". E a New York il 12 ottobre la tradizionale 'Parade' per il Columbus Day, organizzata dalla Columbus Citizens Foundation, sarà sostituita da un appuntamento virtuale trasmesso in diretta televisiva. Andrew Cuomo, Governatore dello stato di New York, è stato nominato Grand Marshall, ma durante i 90 minuti di trasmissione sono state annunciate anche le presenze, tra gli altri, di Andrea Bocelli, l'attore Chazz Palminteri poi ancora Maria Bartiromo, scrittrice e noto volto televisivo, il sindaco di New Orleans LaToya Cantrell e anche il celebre chef, autrice di bestseller, proprietaria di ristoranti e anche partner di Eataly negli USA, Lidia Bastianich.

ROBERTO ZANNI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome