Il governo venezuelano e una parte dell'opposizione hanno ripreso i loro negoziati nella Repubblica dominicana, in un contesto di tensione dopo la decisione delle autorità al potere di convocare elezioni presidenziali anticipate. I delegati delle due parti hanno discusso per circa sei ore e le discussioni dovrebbero proseguire nelle prossime ore, ha detto ai giornalisti il portavoce della presidenza dominicana.

LOPEZ NON PARTECIPA AL TAVOLO
La coalizione di opposizione, il Tavolo dell'Unità democratica, si è presentata divisa in questo nuovo ciclo di colloqui: la Volontà Popolare, il partito di Leopoldo Lopez, una delle figure più importanti dell'opposizione, ha deciso di lasciare i negoziati per mancanza di "garanzie elettorali".

I NEGOZIATI NELLA REPUBBLICA DOMINICANA
Dal mese di dicembre, il governo e l'opposizione stanno negoziando nella Repubblica dominicana per cercare di trovare una soluzione alla crisi politica che sta scuotendo il Venezuela. Ma dalla decisione del governo, della scorsa settimana, di indire elezioni presidenziali anticipate prima del 30 aprile, i colloqui si dovrebbero concentrare ora sulla data del voto e sulle garanzie elettorali richieste dall'opposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome