Usa, messicano si suicida in centro di detenzione in Georgia

Come hanno già fatto BrasileColombia, anche la Guyana ha deciso di aumentare la presenza di truppe al confine con il Venezuela per affrontare l’ingente flusso di migranti in fuga dal paese. In un comunicato ripreso dall’agenzia stampa argentina “Telam“, le Forze di Difesa della Guyana (Gdf) hanno annunciato il graduale stabilimento di soldati nell’area di confine con il Venezuela, così come l’installazione di una base di pattugliamento temporanea, per “bloccare il traffico di armi in cambio di cibo e ridurre la violenza delle bande nella zona“.

LE PAROLE DEL MINISTRO HARMON
Il ministro di Stato della Guyana, Joseph Harmon, ha indicato che il suo governo era a conoscenza di numerosi episodi di violenza da parte di alcune bande criminali, autrici di alcune decapitazioni. Data la situazione, ha detto Harmon, “d’ora in poi” la presenza di truppe sarà “più grande e più costante”.