L’amministrazione del presidente Donald Trump sta considerando un’offerta di Sheldon Andelson, uno degli uomini d’affari più ricchi d’America e tra i maggiori finanziatori del Gran Old Party (Gop), di pagare per almeno una buona parte la nuova ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme. Fonti dell’amministrazione, che hanno chiesto di mantenere l’anonimato, hanno affermato che i legali del Dipartimento di Stato stanno valutando se sia legale accettare donazioni private per coprire una parte o per intero i costi dell’ambasciata.

APERTURA NUOVA AMBASCIATA COSTERA’ CENTINAIA DI MILIONI
In base ad uno scenario, l’amministrazione potrebbe anche sollecitare contributi tra donatori individuali nelle comunità evangelica ed ebraica degli Stati uniti. Una delle fonti ha detto che Andelson si è offerto di pagare la differenza tra il costo e ciò che l’amministrazione raccoglie. L’apertura della nuova ambasciata costerà con ogni probabilità diverse centinaia di milioni di dollari.