L'album Panini sta per arrivare in Messico

Una mania che non ha confini e quando arriva il Mondiale, la febbre sale ancora di più. Non fa eccezioni il Messico, nazione ad altissimo quoziente calcistico, così come gli amanti del pallone stanno tutti aspettando il 22 marzo, il giorno in cui, l’ha annunciato la Panini, uscirà l’album e le figurine per Russia 2018.

Sono stati annunciati anche i prezzi: ecco allora che la bustina con le cinque immagini dei giocatori che parteciperanno alla rassegna russa costerà 14 pesos, l’equivalente, al cambio attuale, di 0,6 euro.

Ma in Messico fanno anche i conti con il passato, così il risultato è che rispetto a Brasile 2014, la bustina è più che raddoppiata, di prezzo, passando da 6 a 14 pesos.

Per quale motivo un incremento così sostanzioso? La casa editrice italiana l’ha spiegato con un comunicato uscito attraverso l’account in Twitter @PaniniSportMX. “La decisione – è stato spiegato – è dovuta al fatto che il Gruppo Editoriale in questo modo ha voluto standardizzare il prezzo in tutti i territori”.

L’album, come sottolineato dal Gruppo Editoriale, si compone di 682 figurine alle quali se ne aggiungono altre nove ‘esclusive’. Ed è stato, a questo punto, fatto anche un calcolo rapido di quanto potrebbe costare all’appassionato messicano completare l’album, tenendo conto anche di qualche doppia, inevitabile.

Ecco allora che alla fine, nelle migliori delle ipotesi, ottenere tutte le 691 figurine porterebbe a una spesa di poco meno di 90 euro. Alla fine, un costo sostenibile, per una collezione unica e che si riferisce all’appuntamento calcistico che non ha eguali, i Mondiali.

Con il Messico è tra le partecipanti, promossa a Russia 2018 attraverso la le eliminatorie della Concacaf che hanno portato alla rassegna mondiale anche Costa Rica, Panama con l’Honduras eliminato poi nei playoff con l’Australia e la clamorosa bocciatura degli Stati Uniti.