Baby squillo nei night di Torino: 4 in manette

Quattro persone in manette, di cui una agli arresti domiciliari, e 6 indagati. E’ il bilancio di una vasta operazione della polizia denominata in codice “Tacco 12“, che ha portato gli agenti della polstato torinese, a sgominare un giro di prostituzione in alcuni locali notturni di Torino e del torinese. Le persone finite nel mirino degli investigatori sono Felice Iemmola (65 anni), Angela Tuffariello (63 anni), Enrico Marchesi (38 anni) e Franco Russo (72 anni), gestori dei locali o soggetti che procuravano loro le ragazze. Sono accusati di sfruttamento della prostituzione e sfruttamento della prostituzione minorile.

UNDICI RAGAZZE ASSUNTE COME “RAGAZZE IMMAGINE”
Secondo quanto accertato dagli inquirenti, undici giovanissime, di cui 3 minorenni, erano state assunte come ragazze immagine nei locali finiti sotto la lente. Alle giovani in difficoltà veniva prospettata la possibilità di guadagnare di più concedendosi ai clienti. Il tariffario variava dai 150 ai mille euro ed i proventi delle prestazioni sessuali venivano in parte trattenuti dai titolari dei locali.

TRE I NIGHT FINITI NEL MIRINO
Tre i night finiti nel mirino della Mobile torinese e sequestrati. Si tratta dell’Idroclub di via Montevideo a Torino, del New Happy days di Caselle Torinese (quest’ultimo recentemente andato a fuoco) e del “Tacco 12“, locale di corso Francia a Collegno che poi ha dato il nome all’operazione della polizia. L’indagine, coordinata dal pm Dionigi Tibone, è partita grazie alla segnalazione della mamma di una minorenne attirata nel “giro” di baby squillo. Tra gli indagati figurano i clienti delle ragazze.