Ancora una volta i giovani americani dicono no all’uso delle armi da fuoco e alla violenza sempre più dilagante, che ha reso gli istituti scolastici bersaglio di continui e sanguinosi attacchi.

In migliaia hanno marciato sul ponte di Brooklyn, a New York, aderendo così all’iniziativa promossa dal gruppo studentesco Youth Over Guns. Il movimento è nato in seguito alla strage di San Valentino avvenuta al liceo di Parkland, in Florida, quando, lo scorso 14 febbraio, furono uccise 17 persone.

Una volta attraversato il ponte, i manifestanti si sono ritrovati nella “lower Manhattan”, dove un sopravvissuto di Parkland ha tenuto un discorso. Alla protesta hanno partecipato anche le attrici Julianne Moore e Susan Sarandon.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome