Gestiva il narcotraffico fra Sudamerica ed Europa ed era ritenuto un esponente apicale della cosca Commisso di Siderno (Reggio Calabria).

Figlio del ‘boss dei due mondi’ Antonio Macrì, il 53enne Vincenzo Macrì, arrestato l'anno scorso all'aeroporto di San Paolo in Brasile (intendeva raggiungere Caracas dove viveva utilizzando false identità), è stato estradato in Italia.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome