Siria, intesa tra Mosca e Ankara dopo il ritiro delle truppe Usa

Responsabili della sicurezza, diplomatici e politici dell'America latina si sono riuniti  a Brasilia, capitale del Brasile, venerdì scorso, per un summit dedicato alla lotta alla criminalità organizzata transfrontaliera. Scopo del vertice, organizzato dal ministero degli Esteri brasiliano (Itamaraty), quello di disegnare un quadro su ciò che accade in ogni paese e cercare di migliorare la cooperazione tra le agenzie del settore.

L'IDEA DI UNA RETE INTERNAZIONALE
Secondo il ministro degli Esteri brasiliano, Aloysio Nunes, è fondamentale formare una rete internazionale. "E' stato un incontro molto positivo, dalla constatazione comune dell'esistenza di un legame forte tra la criminalità che opera in Brasile e nei paesi limitrofi e, talvolta, anche da paesi più lontani", ha affermato Nunes. All'incontro hanno partecipato rappresentanti di tutti i paesi dell'America Latina, ad eccezione del Venezuela. "Arriverà presto anche il Venezuela", ha rivelato Nunes, che ha sottolineato come l'idea di questo incontro sia cercare la cooperazione "in modo da avere una rete tra noi e le forze dei nostri vicini".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome