Usa, messicano si suicida in centro di detenzione in Georgia

Un messicano, Efrain De La Rosa, fermato in un centro di detenzione per stranieri sotto la tutela dell'U.S. Immigration and Customs Enforcement (Ice), in Georgia, si sarebbe tolto la vita nella notte di martedì. In una nota rilanciata oggi dai media regionali, l'Ice segnala che l'uomo - di quaranta anni - era stato trasportato in ospedale ma i medici non sono riusciti ad evitare il decesso. "La causa prima della morte sembra essere lo strangolamento auto provocato. Ma il caso è ancora sotto indagine", recita il comunicato.

TERZO CASO NEL CENTRO STEWART
La morte di De La Rosa, segnalano i quotidiani locali è la terza che si registra nel Centro Stewart nel corso degli ultimi 15 mesi. L'uomo era stato arrestato a marzo scorso per un furto e al momento della morte si trovava in attesa di completare il processo di espulsione. La morte del messicano rilancia il tema della gestione del fenomeno migratorio, argomento chiave nelle relazioni tra Stati Uniti e Messico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome