Cambia l’esame di maturità. Nuovi criteri per l’esame di ammissione più temuto dagli studenti italiani, contenuti in una circolare del titolare del Ministero della Pubblica Istruzione Marco Bussetti.

Secondo quanto disposto nel documento, le prove scritte della nuova maturità saranno due anziché tre, più una prova orale. Maggiore attenzione, inoltre, al percorso svolto dagli studenti nell’ultimo triennio, con un peso specifico più alto attribuito al credito scolastico.

Nei giorni scorsi era già stato specificato che non sarà considerato requisito di accesso all’esame la partecipazione alla prova Invalsi, nè lo svolgimento delle ore di Alternanza Scuola-Lavoro.