(foto depositphotos)

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala, ex amministratore delegato di Expo 2015, è stato condannato a sei mesi di reclusione, convertiti poi in pena pecuniaria dall'ammontare di 45mila euro.

Era imputato per falso materiale e ideologico: presunta retrodatazione di due verbali con cui, nel maggio del 2012, sono stati sostituiti due componenti della commissione di gara per l'assegnazione del maxi appalto per la Piastra dei servizi dell'Esposizione Universale del 2015.