(foto depositphotos)

E’ l’emittente Fox che, riportando fonti militari degli Stati Uniti, annuncia che il leader dell’Isis – a seguito di un raid dell’esercito a stelle e strisce nel suo compound – sarebbe stato ucciso.

L’uomo avrebbe azionato il detonatore di un giubbotto esplosivo facendosi saltare in aria davanti ai militari. La caccia ad Al Baghdadi è durata cinque anni, e questo segna un evento storico nella lotta al terrorismo e all’Isis.

Tuttavia i siti legati allo Stato Islamico non confermano al momento la morte del leader Abu Bakr, anzi esortano i loro fedelissimi – sparsi per il mondo – a continuare la lotta agli infedeli: “continuate la jihad, anche se la notizia fosse vera” definendo già il loro leader come “martire della guerra santa”.