(depositphotos).

Sono stati tutti trasferiti nell’hotspot del porto di Taranto gli 88 migranti sbarcati questa mattina dalla nave Alan Kurdi, attraccata al molo San Cataldo. Lo sbarco è stato reso possibile dopo il via libera del ministero dell’Interno. Tra i migranti si segnalano cinque minori ed una sola donna.

CONTROLLI IN OSPEDALE PER TRE MIGRANTI
Per tre degli “sbarcati”, saranno disposti ulteriori accertamenti in ospedale a Taranto perché, a quanto pare, ad uno è stata riscontrata una bronchite, ad un altro una broncopolmonite ed ad un terzo, infine, un sospetto dolore al torace.

STANCHI MA IN BUONA SALUTE
Il personale che ha soccorso i migranti, tra Asl Taranto, 118 e Croce Rossa, ha dichiarato che apparivano stanchi, stremati, una condizione dovuta soprattutto alla lunga permanenza in mare, ma generalmente in buona salute.

ALTRO SBARCO A POZZALLO
Già decisi i ricollocamenti. La Germania e la Francia accoglieranno 60 persone, il Portogallo cinque e l’Irlanda due. In Italia, ne resteranno 21. Saranno smistati nel giro di 36 ore. Da segnalare infine un altro sbarco, avvenuto a Pozzallo, per i 51 migranti soccorsi dalla nave “Asso Trenta” al largo della Libia.