Depositphotos

Colpo di scena nella tormentata vicenda giudiziaria dell'ex presidente catalano Carles Puigdemont, leader degli indipendentisti per la secessione della Catalogna dalla Spagna. Il mandato d'arresto nei suoi confronti, infatti, è stato sospeso, così come il processo di estradizione verso la penisola iberica.

"La giustizia belga riconosce la nostra immunità e decide di sospendere il mandato di arresto e quello di estradizione", è il testo del messaggio postato su Twitter da Puigdemont, a cui è stato riconosciuto lo status di eurodeputato sette mesi dopo la sua elezione al Parlamento Europeo.

Con lui il suo ex ministro Toni Comin, protagonista a sua volta della clamorosa fuga in Belgio all'indomani del tentativo di proclamazione dell'indipendenza della Catalogna nell'autunno del 2017. Entrambi potranno sedere in aula a Strasburgo e hanno invocato il rilascio di Junqueras.