Depositphotos

La mancanza di dispositivi di sicurezza adeguati preoccupa soprattutto i lavoratori in ambito Sanitario. Dopo settimane in cui i medici di famiglia denunciano di avere a disposizione solo pochissime mascherine chirurgiche ciascuno, dichiarano: "Siamo pronti a chiudere gli ambulatori". L'aumento del numero di colleghi contagiati o che hanno perso la vita (80 per ora i decessi) lì spaventa, e la Federazione degli Ordini dei medici si schiera al loro fianco: "Siamo stanchi di promesse".

Gli infermieri vessati ancora più profondamente dall'emergenza: la Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (Fnopi) indica che la categoria conta il maggior numero di positivi tra gli operatori sanitari: il 52% del totale. 5.500 contagiati e 25 morti finora.

La voce è unanime: "Senza adeguati dispositivi il virus non si affronta".