Giuseppe Conte (foto: depositphotos)

“In tutti questi mesi ho sentito dire spesso: ‘Conte cade’. Ho smesso di meravigliarmi delle voci contrarie, ho imparato a mie spese che questo fa parte del gioco”. Queste sono state le parole del premier Giuseppe Conte in un’intervista al Corriere della Sera, in cui evidenzia l’urgenza di agire in fretta. “Non possiamo e non dobbiamo ritardare il confronto con imprenditori, sindacati, categorie”.

“NON RIESCO A LAVORARE SENZA UNA STRATEGIA” Afferma il premier, che ammette: “Già durante il lockdown pensavo a come muovermi per il dopo-virus”. Poi rassicura in merito alle ultime tensioni con la maggioranza: “Quando la questione si guarda con occhio critico, asciugata dalle polemiche, ci si rende conto del fatto che i Partiti sono formati da persone responsabili, che comprendono la delicatezza di ogni operazione: è normale che possano esserci conflitti d’idee, ma il clima è migliore di quello che sembra”.