Immagine tratta dalla pagina Facebook del Cafe De Smoutpot

Un bar-caffetteria in una piccola città vicino ad Anversa ha messo un semaforo sulla sua facciata per far sapere alle persone se c'è abbastanza spazio all'interno per il distanziamento sociale. Il Café de Smoutpot di Zwijndrecht, una città alle porte di Anversa, ha riaperto le sue porte lunedì scorso quando il Belgio è entrato nella terza fase della sua strategia di deconfinamento.

In un post di Facebook, il bar ha detto che il semaforo lampeggerà in verde per far sapere ai clienti se è sicuro bere qualcosa all'interno pur rispettando le linee guida sanitarie imposte dal governo. I proprietari Nelis e Anneke hanno affermato che, con il bel tempo, credono che la luce non lampeggerà mai in rosso. "Abbiamo un ampio giardino dove possiamo ospitare molte persone", ha dichiarato Nelis a VRT.

Il Consiglio di sicurezza nazionale ha affermato che gli stabilimenti di ristorazione, bevande e ospitalità, noti come il settore horeca in Belgio, possono riaprire a condizioni di rispetto rigoroso di misure di sicurezza. I clienti non possono più ordinare al bar e devono esserci almeno 1,5 metri di spazio tra i tavoli.

Il primo giorno di riapertura, diversi politici sono stati avvistati mentre consumavano un pasto o un drink, in segno di sostegno per i proprietari di imprese. Il primo ministro Sophie Wilmès ha condiviso le foto di un pasto con suo marito, mentre il ministro fiammingo Jan Jambon ha anche pubblicato le foto di un pranzo individuale con Matthias De Caluwe, capo delle Fiandre Horeca.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome