Depositphotos

Italia che - per il secondo appuntamento della Nations League - atterra in Olanda, alla Johan Crujiff Arena di Amsterdam, e ha la meglio sugli "Orange". Bel match già dai primi minuti, che vede l'undici di Mancini protagonista di molte azioni offensive pericolose (soprattutto sulla fascia sinistra, dove gioca Insigne). Zaniolo esce al 41' per una distorsione del ginocchio. A sbloccare il match è il giovane Niccolò Barella, al 46': una deliziosa azione, che parte con un passaggio in 'no look' di Insigne, che serve Immobile al vertice dell'area di rigore; l'attaccante, libero di crossare, mette un cross morbido al centro per l'inserimento proprio del centrocampista dell'Inter che la insacca di test

a. Nel secondo tempo resta comunque una bella partita, anche se - forse - all'Italia è mancata la rete del raddoppio che avrebbe definitivamente chiuso la pratica. Match aperto: la situazione dà fiducia all'Olanda e l'attacco dell'undici di Lodeweges diventa più 'muscoloso' e a trazione anteriore verso il 75' e si sente: i difensori italiani soffrono ma reggono per il tempo restante più recupero. Il giovane Kean, protagonista di una buona prestazione complessiva, divora sullo scadere l'occasione dello 0-2. Finisce 0-1.