Giuseppe Conte (foto: depositphotos)

Intervenuto all'assemblea dell'Anci, il premier Giuseppe Conte ha affrontato la questione Natale.

“Un Natale – ha detto – che deve essere più sobrio”. All'insegna del “buonsenso”. Dunque, ha specificato “non saranno possibili veglioni, festeggiamenti, baci e abbracci, altrimenti a gennaio avremo un innalzamento brusco della curva”. Il presidente del Consiglio apre, però, allo shopping: “Pensiamo che potranno essere scambiati doni così l'economia crescerà”.

Intanto il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia non esclude che “altre Regioni possano diventare rosse in base ai dati del monitoraggio”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome