Serie A in campo

Sosta nazionali finita, torna la A. In campo per l'ottavo turno di campionato. S'inizia sabato con Crotone-Lazio alle 15, poi spazio a Spezia-Atalanta (18) e Juventus-Cagliari (20.45). Ecco le probabili formazioni: 

CROTONE-LAZIO, SABATO ORE 15—  Stroppa deve vincere, è rimasto l'unico a non aver ancora ottenuto i tre punti. L'obiettivo è farli con la Lazio, che dovrà sopperire a diverse assenze causa Covid: sicuramente Milinkovic, Strakosha è ancora in dubbio, mentre Immobile questa mattina ha effettuato le visite di idoneità e attende il via libera per poter tornare a Formello ad allenarsi. Se a Crotone andrà in panchina, è pronto Caicedo. Akpa-Akpro in mezzo, mentre il Crotone punterà sul tandem Messias-Simy. Vulic confermato a centrocampo.

SPEZIA-ATALANTA, SABATO ORE 18—   Italiano vuole bissare il successo contro il Benevento nell'ultimo turno. Ieri Ferrer ha lavorato a parte con Sala e Bartolomei, Acampora e Mastinu sono ok. Probabile debutto da titolare per Mattiello, arrivato in prestito proprio dall'Atalanta. Nzola confermato davanti dopo la doppietta, Pobega e Ricci in mezzo. Gyasi nel tridente. Gasperini, invece, potrebbe fare un po' di turnover in vista della Champions. Gosens, De Roon e Palomino si sono allenati e sono a disposizione: da vedere se partiranno dal 1' o a gara in corso. Si è però fermato Ruggeri per affaticamento: è in dubbio. Muriel insidia Zapata davanti. In porta potrebbe tornare Gollini. Possibile chance per Miranchuk, out Malinovksyi: è positivo al coronavirus.

JUVENTUS-CAGLIARI, SABATO ORE 20.45—   Pirlo vuole i tre punti, il pari all'ultimo contro la Lazio fa ancora male. Il tandem Morata-Ronaldo non si tocca, soprattutto dopo i gol con la Spagna dell'ex Atletico. Kulusevski titolare, in difesa rientra De Ligt dal 1' dopo l'infortunio e l'operazione. Cagliari in emergenza: si è fermato anche Lykogiannis, che in nazionale si è procurato una distrazione di primo grado al polpaccio sinistro. Nel suo ruolo potrebbe giocare Carboni o essere adattato Pisacane. Faragò, Luvumbo e Pinna hanno svolto un lavoro personalizzato, terapie per Ceppitelli e Tripaldelli. Ballottaggio Ounas-Sottil sulla sinistra, Simeone dal 1'.

FIORENTINA-BENEVENTO, DOMENICA ORE 12.30—   Prandelli torna al Franchi, non vuole fallire. In avanti si affiderà a Ribery, che dieci anni fa gli tolse una storica qualificazione ai quarti di Champions. Pezzella è tornato ad allenarsi e si candida per un posto (Prandelli pensa anche alla difesa a 4, da vedere se ci saranno conferme in questo senso nelle prossime ore). Callejon, dopo il tampone negativo, oggi tornerà ad allenarsi in gruppo e potrebbe andare almeno in panchina. Pippo Inzaghi, invece, cerca i tre punti dopo la brutta sconfitta con lo Spezia. Sau in attacco insieme a Lapadula, dietro Foulon insidia Maggio.

INTER-TORINO, DOMENICA ORE 15—   Conte dovrà rinunciare a Kolarov, positivo al Covid. Out anche Brozovic per lo stesso motivo. Darmian e Young sulle fasce, Barella trequartista ed Eriksen in panchina. Giampaolo conferma Lukic come fantasista e Verdi in attacco.

ROMA-PARMA, DOMENICA ORE 15—   Tanti casi di Covid anche nella Roma: l'ultimo è Dzeko, che si aggiunge a Kumbulla, Fazio e Pellegrini. Smalling in dubbio per un'intossicazione alimentare. Pronto Juan Jesus. Fonseca recupera Carles Perez e Spinazzola, ancora a parte Mirante (pronto Pau Lopez). Nel Parma, negativi tutti i tamponi effettuati nelle ultime ore. Out Valenti per infortunio, Gervinho ha lavorato a parte. Recupera Busi. Davanti dovrebbe esserci il tandem Inglese-Cornelius.

SAMPDORIA-BOLOGNA, DOMENICA ORE 15—   Solito 4-4-2 per Ranieri. Quagliarella non si tocca, Keita ancora ai box: davanti dovrebbe giocare Ramirez. Ballottaggio tra Candreva e Damsgaard sulla fascia, con l'ex Lazio favorito. Gabbiadini dovrebbe esserci almeno in panchina. Tonelli e Augello sono squalificati. Mihajlovic, invece, dovrebbe schierare Orsolini sulla fascia e Dominguez in mezzo, pronto per un'occasione dal 1'. Hickey ancora a parte. Schouten sta forzando i tempi e potrebbe anche essere in campo dal 1'.

VERONA-SASSUOLO, DOMENICA ORE 15—   Juric in emergenza sulle fasce: Lazovic positivo al Covid, Faraoni e Ruegg infortunati. A Juric resta il solo Dimarco e dovrà studiare soluzioni alternative. Veloso si sta allenando con la squadra da martedì e potrebbe tornare subito in campo: conferme potrebbero arrivare nelle prossime ore. Nel Sassuolo, Caputo si è allenato ancora a parte e la sua presenza al Bentegodi è sempre più incerta. In preallarme Raspadori, anche perché è in dubbio anche Defrel, così come Chiriches e Magnanelli che hanno lavorato a parte.

UDINESE-GENOA, DOMENICA ORE 18—   Gotti chiamato a vincere, e per farlo dovrebbe ricorrere al solito 3-5-2. Deulofeu fuori dagli undici, davanti spazio a Pussetto e Okaka. Uno tra Ouwejan e Zegeelaar a sinistra. Nel Genoa sono finalmente tutti negativi, l'ultimo è stato Zapata. Maran dovrebbe puntare su Scamacca e Pandev. Ancora ai box per infortunio Shomurodov.

NAPOLI-MILAN, DOMENICA ORE 20.45—   Osimhen e Ospina infortunati, Hysaj positivo, Bakayoko con la febbre. Con la nazionale kosovara si è fatto male anche il centrale Rrahmani. Gattuso pensa al 4-3-3 tridente con Lozano, Mertens e Insigne. In mezzo ci sarà Elmas. Nel Milan, invece, Pioli e Murelli non saranno in panchina perché positivi al Covid, spazio a Bonera. Da monitorare Leao, uscito per un problema fisico durante l'ultima partita della nazionale. Romagnoli dovrebbe stringere i denti e recuperare. Musacchio può rientrare tra i convocati.