Ha preso il via ieri la V Settimana della Cucina Italiana organizzata in Macedonia del Nord che avrà quest’anno come tema: “Saperi e sapori delle terre italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi”.

L’Ambasciata d’Italia a Skopje, in collaborazione con l’ICE, la cattedra di Lingua e Letteratura Italiana dell’UKIM e dell’Università ‘Goce Delcev’ di Shtip e l’Istituto Dante Alighieri hanno predisposto per il pubblico macedone un calendario ricco di eventi che rispecchiano lo spirito della cucina italiana, l’eccellenza dei prodotti e la ricchezza dele tradizioni e dei territori italiani.

Grazie alla collaborazione con ALMA - Scuola di cucina, gli studenti della scuola superiore macedone alberghiera “Lazar Tanev” seguiranno sei masterclass di cucina italiana, mentre gli impiegati nei supermercati TINEX conosceranno meglio i formaggi e i salumi italiani e la loro presentazione nei piatti. Durante il weekend, il 28 e il 29 di novembre, i consumatori macedoni avranno la possibilità di gustare la pizza napoletana all’aperto, nel parco di Skopje. 

Il programma prevede inoltre webinar dedicati al significato della cucina italiana nella letteratura, a cura di professori universitari macedoni e italiani rivolti agli studenti e agli amanti della cucina e della lingua italiana. Per l’occasione sarà inoltre possibile vedere il documentario Barolo Boys (2014), dedicato alla produzione di un vino italiano ed un altro sulla vita di Pellegrino Artusi a 130 dalla pubblicazione del suo famoso manuale La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome