(foto depositphotos)

Servono altri vaccini, quelli realizzati dal consorzio formato da Pfizer e BioNTech non bastano a coprire il fabbisogno mondiale. La considerazione è quasi scontata, ma fa specie che a formularla sia proprio il boss di BioNTech, Ugur Sahin.

In un'intervista al settimanale Spiegel, il deus ex machina della startup tedesca ha ammesso che i vaccini prodotti dalla sua azienda e da Pfizer non sono sufficienti neppure a soddisfare le richieste europee.

"La situazione non è buona", le parole di Sahin. "Si è creato un gap dal momento che non sono stati ancora approvati altri vaccini. Dobbiamo coprire il buco con i nostri, per ora". A giorni dovrebbe arrivare il via libera per il siero sviluppato da Moderna, tempi più lunghi e incerti invece per il vaccino AstraZeneca.