di ROBERTO ZANNI

Nonostante tutti i problemi provocati innanzitutto dalla pandemia alla quale poi si sono aggiunti i timori per​ l'ordine pubblico, la giornata dell'insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden con lo show 'Celebration for America', si è conclusa con i fuochi d'artificio. E non potevano essere più italiani. Una storia che va indietro oltre un secolo e che porta fin dall'inizio il nome di Augusto Santore. Nel New Jersey 'Garden State Fireworks' è un'azienda​ conosciuta per gli spettacoli pirotecnici, sempre speciale, unici. E così è stato anche questa volta, ma tutto ciò non sarebbe successo se... Ecco la storia. Augusto​ Santore emigrò negli Stati Uniti dall'Italia e nel 1890, portandosi dietro i segreti pirotecnici italiani, fondò la sua piccola azienda nel New Jersey, la prima del settore nello stato. Oggi ci sono i pronipoti alla guida della 'Garden State Fireworks', ma sempre seguendo le indicazioni che vanno indietro 130 anni. Infatti i fuochi d'artificio più che una azienda​ di famiglia, ne rappresentano i tesori. I loro prodotti, speciali, non sono venduti ai privati, oltre che essere illegale si andrebbe anche contro i valori della famiglia: i fuochi d'artificio devono essere fatti esplodere solo da persone esperte, autorizzate, come lo sono i Santoro. Ci sono i pronipoti August Jr., Chris e Ralph Jr. che hanno imparato il mestiere dal padre, Ralph Sr. che a sua volta l'aveva appreso dal genitore, il fondatore, Augusto. E ancora oggi, ecco il segreto, i Santoro continuano a utilizzare gli appunti annotati in italiano su un taccuino dal creatore della azienda. Note che poi la famiglia ha fatto tradurre in inglese per preservare gli originali e poi anche perchè​ le generazioni più giovani non parlano più l'italiano. "I fuochi d'artificio - raccontano i Santoro - sono tutti fatti a mano e​ la tecnica di base non è cambiata dai primi lavori del 1890". Ovviamente l'evoluzione, anche per questo settore non si è fermata, le novità vengono aggiunte per gli show che possono essere una inaugurazione presidenziale, come la festa del 4 luglio, l'Indipendence Day, ma sempre con la massima attenzione su quegli appunti della fine dell'800. "E fare parte di questo spettacolo - ha raccontato Augusto Jr. parlando di mercoledì 20 gennaio 2021 - è stato un onore". Un lavoro lungo, dalla preparazione​ alla esecuzione. "Naturalmente - ha aggiunto August Jr. - come ogni spettacolo dal vivo ci sono tanti dettagli, molte cose che succedono e che cambiano anche all'ultimo momento. Ma noi, nella nostra famiglia, facciamo​ questo da 130 anni. E hai fiducia nel tuo lavoro e ti assicuri di eseguire il piano come stabilito rimanendo concentrato su quello che stai eseguendo". Questa volta però si è dovuto riunire tutto in pochissimo tempo: infatti i fuochi d'artificio visti durante l'esecuzione di 'Firework' cantata da Katy Perry, hanno racchiuso quasi la stessa potenza che sarebbe stata impiegata per uno show di 20/30 minuti, ma in questa occasione i minuti erano soltanto 4. "Un sogno pirotecnico - l'ha definito Chris Santoro - quando questa canzone è stata scritta, mi sono sentito come se l'avessero fatto per tutti coloro che amano quello che facciamo". L'azienda del New Jersey ha ovviamente grandi spettacoli alle sue spalle, lungo 130 anni di carriera si va dai Super Bowl del football americano della NFL al 4 luglio, in diverse grandi città degli Stati Uniti. Ma questa è stata la prima inaugurazione presidenziale. "E la sicurezza - hanno aggiunto i Santoro - è stata di gran lunga la più severa mai vista, di qualsiasi manifestazione​ ed evento che ci hanno visto protagonisti con i nostri fuochi d'artificio". Ma per i creatori anche se lo show dura pochi minuti, non c'è soltanto la preparazione: infatti per raccogliere tutto e tornare a casa nel New Jersey hanno avuto bisogno di qualche giorno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome