Depositphotos

Fino a questo momento non è arrivata alcuna richiesta di autorizzazione alla messa in commercio del vaccino russo Sputnik nel territorio dell'Unione Europea. A precisarlo, attraverso una nota ufficiale, è lo stesso entre di controllo europeo, l'Ema. 

"L'Agenzia europea per i medicinali non ha finora ricevuto domande per una revisione continua o un'autorizzazione del vaccino Sputnik V (Gam-COVID-Vac). Vanno smentite notizie che affermano l'opposto", si legge nel comunicato.

L'Ema ha chiarito di aver fornito, su richiesta, consulenza scientifica e revisione continua agli sviluppatori del vaccino del Centro nazionale di epidemiologia e microbiologia Gamaleya, ma di non aver avviato alcun iter per un eventuale ok alla sua diffusione in Europa.