Trump (Depositphotos)

L’ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump bolle in un calderone di guai dopo le accuse nei suoi confronti per l’assalto al Congresso e il processo di Impeachment apertosi in seguito. “Vi chiediamo umilmente di condannare Trump per il crimine di cui è colpevole in modo schiacciante – ha detto Joe Neguse -, perché se facciamo finta che non sia successo, lasciando questo gesto impunito nulla impedirà che ciò possa accadere di nuovo”. Al deputato dem fa eco Jamie Raskin. “Il mondo ci sta guardando e si sta chiedendo se la nostra repubblica costituzionale risponderà nel modo in cui deve”, è stato, invece, l’interrogativo del deputato dem Julián Castro.

Nel terzo giorno d’udienza i “pubblici ministeri” hanno puntato il dito, cercando di dimostrare che gli assalitori del Campidoglio agirono su indicazione del presidente uscente, ripetendone parole e slogan. Potrebbe rappresentare ancora un pericolo se si ricandidasse alla Casa Bianca. Oggi, venerdì, toccherà alla difesa del Tycoon, che dovrebbe esaurire il suo intervento in giornata.