Luca De Aliprandini (foto Depositphotos)

Ottima notizia dai Mondiali di Cortina 2021 per lo sci azzurro che conquista una medaglia d’argento dopo l’oro vinto da Marta Bassino nel gigante parallelo. Oggi, otto anni dopo Manfred Moelgg e quel bronzo a Schladming 2013, l'Italia maschile torna sul podio di un gigante iridato. L’oro va al francese Mathieu Faivre e l’argento a Luca De Aliprandini, l’italiano che mai era salito sul podio in vita sua e conosce il giorno più bello della carriera a 30 anni suonati, sulle nevi di casa. Secondo dopo la prima manche a 40/100 dal favorito Alexis Pinturault, uscito nella seconda, stavolta ha tenuto i nervi saldi e ha coronato il suo sogno, finendo a 63/100 dal vincitore, già oro nel parallelo, e 24/100 davanti all’austriaco Marco Schwarz. “E' quasi incredibile, il podio è sempre stato un tabu, ultimamente mi ero detto che ormai non avrei più dovuto attenderlo – ha spiegato Luca ai microfoni di Rai Sport -. Ho cercato di mettere in pratica quanto studiato, tenendo il tempo giusto sul muro, ma con questo buio e il segno per terra non era proprio facile. Non sapevo quanto fossi veloce, ma anche nella prima manche era così. Pinturault? Credetemi, era difficile anche per lui visto che rispetto a questa mattina la pista non era più liscia. Io ho cercato di tenere le linee senza spingere, lui probabilmente ha spinto troppo sul muro iniziale”.