(foto depositphotos)

I "baschi verdi" del comando provinciale della guardia di Finanza di Palermo hanno individuato 145 persone con precedenti condanne per mafia che percepivano il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto.

DENUNCIATI PER DICHIARAZIONI MENDACI
Nei loro confronti è scattata la denuncia con l'accusa di dichiarazioni mendaci volte all'ottenimento del reddito di cittadinanza e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

ANCHE UN BOSS TRA I BENEFICIARI
A quanto pare, tra gli indagati, figurerebbe anche un noto boss del quartiere Kalsa (che ha ricevuto un sussidio di oltre 7mila euro.

VIA PROCEDURA PER REVOCA SUSSIDIO
Contemporaneamente è stata anche avviata la procedura per la revoca del sussidio e il recupero del beneficio economico.