Depositphotos

Il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli non ha dubbi: gli antidoti esistenti sono assolutamente efficienti anche sulle varianti. Lo ha detto oggi ospite della trasmissione ‘Mezz'ora in più su Rai3: “I vaccini approvati sono efficaci sulla variante inglese” aggiungendo che “la vaccinazione di massa è la strategia vincente”.

Secondo Locatelli poi entro la fine di marzo l’Italia dovrebbe ricevere 13 milioni di dosi: “La limitante di questa prima fase è stato il numero di dosi che sono state rese disponibili. Ne abbiamo avute 4 milioni e 700 mila, ne abbiamo usate circa i 3/4 - rispetto ai 6 milioni indicati inizialmente - altre 7 milioni e 700 mila sono attese a marzo. Per numero di dosi somministrate e popolazione siamo il secondo paese in Ue dopo la Germania, primo per popolazione vaccinata con doppia dose”, ha spiegato. Inutile negare che si è registrato un ritardo sulla distribuzione dei vaccini, anche se il presidente del Css ci tiene a precisare che “non è un problema che riguarda solo l'Italia, ma tutta l'Europa”, noi comunque dobbiamo farci trovare pronti con la macchina organizzativa”.

Sui casi di offerte di vaccini sul libero mercato, Locatelli ha fatto intendere di non essere d’accordo: “Immagino che i nostri servizi di Intelligence possano dare un contributo non irrilevante e fare tutti gli approfondimenti”.