Frana nel cimitero di Camogli: circa 200 bare finiscono sugli scogli e in mare (foto: depositphotos)

Crolla una porzione di cimitero, a pochi metri dalla costa: circa duecento bare vengono trascinate via e finiscono in mare. E' successo oggi a Camogli, località turistica balneare sulla riviera ligure di levante, in provincia di Genova.

LA FRANA DISTRUGGE DUE CAPPELLE
La frana ha distrutto e fatto scivolare in acqua anche due cappelle con le salme al loro interno. Il cedimento, a quanto pare, sarebbe stato provocato dall'erosione della falesia sotto l'area cimiteriale, aggravata con ogni probabilità dalle violente mareggiate che hanno colpito la Liguria negli ultimi anni.

SOMMOZZATORI IN ACQUA
Sul luogo del crollo si sono recate squadre di sommozzatori dei vigili del fuoco (con la motobarca del distaccamento Gadda), con le squadre di Rapallo, un elicottero e le imbarcazioni della Guardia Costiera. Sul posto anche il nucleo NBCR per la prevenzione del rischio biologico.

SI LAVORA PER RECUPERARE LE BARE
Alcune bare sono finite in acqua e sono, tuttora, in corso le operazioni per recuperarle. Tuttavia, molte sono rimaste incastrate tra gli scogli e nel terriccio portata a valle dalla frana. Il loro recupero appare molto complicato. L'accesso al cimitero è interdetto.