(foto Depositphotos)

In circa un terzo dei paesi dell'Unione europea si osserva un graduale aumento dei ricoveri ordinari o nei reparti di terapia intensiva. A lanciare l'allarme è il Centro Europeo delle malattie (Ecdc), che ha analizzato l'impatto delle varianti del SARS-CoV-2 in Europa nel suo ultimo report.

Non è da escludere che nelle prossime settimane si registri un aumento dei ricoveri in ospedale, in terapia intensiva e mortalità lì dove ora si osserva una crescita della notifica dei casi di positività. Stando agli ultimi dati pubblicati dal Centro, infatti, sarebbero 13 i paesi europei che hanno segnalato, nella settimana tra il 15 e 21 febbraio, un aumento dei casi.