Guardiola (Depositphotos)

Pep Guardiola e il Manchester City vedono la finale di Champions League. Vale come un'ipoteca il 2-1 conquistato in rimonta dagli inglesi al Parco dei Principi, contro un Paris Saint-Germain bello solo per un tempo.

A portare in vantaggio i francesi è un colpo di testa di Marquinhos sugli sviluppi di un calcio d'angolo, poi il Psg si rende pericoloso in altre circostanze, senza però trovare il gol del raddoppio.

Nella ripresa la musica cambia. I Citizens trovano prima il gol del pareggio con un velenoso tiro-cross di De Bruyne, poi quello del successo su punizione di Mahrez. Per il Psg finale in inferiorità numerica: espulso Gueye, autore di un fallaccio su Gundogan.