(foto Depositphotos)

Il commissario al Commercio interno europeo Thierry Breton ha annunciato che la Commissione Europea ha deciso di non rinnovare il contratto con AstraZeneca relativo alla fornitura di vaccini anti-Covid. "Non abbiamo rinnovato l'ordine dopo giugno. Vedremo cosa succederà". Il Commissario Breton, nonostante la scelta di interrompere i rapporti con AstraZeneca, ha elogiato comunque il suo vaccino, definendolo come interessante e buono. Ma l’opzione è però quella di continuare con Pfizer, ”Abbiamo iniziato con Pfizer a lavorare con la seconda fase e i vaccini di seconda generazione”, spiega Thierry Breton. La scelta di cambiare si spiega, invece, nei continui ritardi imputabili all’azienda AstraZeneca. La Commissione europea, infatti, il mese scorso ha avviato un'azione legale contro AstraZeneca per non aver rispettato il contratto di fornitura dei vaccini COVID-19 e per la mancanza di un piano “affidabile” per garantire consegne puntuali.