Berlusconi (Depositphotos)

Chi sarà il nuovo presidente della Repubblica? Bella domanda, visto che mancano ancora mesi. 8 mesi per l’esattezza, come ha fatto notare Mattarella. Che però ha dato un timing in vista della propria pensione. E quindi si è sfilato dalla corsa al Quirinale.

E allora chi? Alcuni pensano a Mario Draghi. Salvini lo sta dicendo pubblicamente. Ma veramente Draghi farebbe il salto da Palazzo Chigi al Colle? O è solo una mossa di Salvini per bruciarlo? O per auspicare la caduta del governo e le elezioni anticipate) Molti pensavano che, dato il momento storico, Mattarella facesse un mini strappo e si offrisse per restare al suo posto ancora qualche mese (come fece Napolitano). Giusto il tempo per provare a stabilizzare il Paese dopo l’uragano Covid. O semplicemente, in attesa delle nuove elezioni politiche e quindi di un nuovo governo. Invece Mattarella si è sfilato.

Poi ci sono i nostalgici di Silvio. Quelli che ogni tanto tirano fuori lo slogan “Berlusconi al Quirinale”. Ma sembra ormai una proposta fuori dal tempo. Berlusconi sta male, lo dicono i frequenti ricoveri e ora lo dicono pure i giudici del processo Ruby. E poi ha 84 anni (al momento dell’elezione presidenziale ne avrebbe 85). Insomma, se Mattarella è stanco, anche lui non ha proprio l’età giusta per pensare in prospettiva. E allora chi? Chi sarà il prossimo presidente della Repubblica?

La Lega non ha candidati per la presidenza della Repubblica e sosterebbe Mario Draghi se fosse in campo. Lo ha detto il leader leghista, Matteo Salvini, rispondendo ai giornalisti. “Siamo a metà maggio e abbiamo la testa e il cuore” sulla ripartenza, mentre “febbraio è ancora lontano”, ha affermato Salvini in riferimento all’elezione del prossimo capo dello Stato. Per il Quirinale, ha aggiunto, “non abbiamo candidati nostri, il Quirinale non deve avere candidati di parte. Se Draghi ritenesse di proporsi avrebbe il nostro convinto sostegno. Lo diciamo sin da oggi”.

Quando mi hanno eletto al Quirinale “mi sono preoccupato perchè sapevo quanto era impegnativo il compito. Ma due cose mi hanno aiutato: ho ottimi collaboratori ma soprattutto il fatto che in italia in base alla Costituzione non c’è un solo organo che decide ma le decisioni sono distribuite tra tanti organi. Il presidente della Repubblica deve conoscere tutti, seguire tutti per poter intervenire con suggerimenti. Ma tra otto mesi il mio mandato di presidente termina. Io sono vecchio tra qualche mese potrò riposarmi“. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella parlando con degli alunni di una scuola primaria di Roma.

Berlusconi è gravemente malato. Adesso a dirlo sono i giudici del processo Ruby Ter. Che chiedono lo stralcio della sua posizione rispetto a quella degli altri 28 imputati. Tradotto: chiedono che il processo vada avanti senza di lui. Almeno per ora.

Quindi Berlusconi sarà anche uscito dal San Raffaele e ha rassicurato tutti sulle proprie condizioni. Ma nelle carte presentate dai suoi legali, evidentemente, c’è scritto altro. Carte presentate in tribunale per ottenere il rinvio delle udienze e che si basano, presumibilmente, su referti medici. Non sarà in fin di vita, come ad un certo punto sembrava, ma non se la passa nemmeno benissimo.

di Alberto Francavilla