(foto depositphotos)

Se in Italia la campagna vaccinale prosegue a ritmi serrati, altrettanto non si può dire per una parte del Vecchio continente. Almeno secondo l'Organizzazione mondiale della sanità che nella giornata di ieri ha avvertito che i tassi di vaccinazione in Europa sono ancora lontani da ciò che è necessario per fermare una ripresa del virus e ha invitato i Paesi a mantenere le misure di protezione. Secondo Hans Kluge, direttore dell'Ufficio regionale dell'Oms per l'Europa, bisogna stare particolarmente attenti soprattutto alla "nuova variante Delta di Sars-CoV-2, identificata per la prima volta in India, che mostra una maggiore trasmissibilità e una certa fuga immunitaria ed è quindi pronta a prendere piede, mentre ancora oggi in molti tra le popolazioni vulnerabili di età superiore ai 60 anni rimangono non protetti dal vaccino.