Luis Suarez (Depositphotos)

Ha fatto scalpore la vicenda che ha legato in questi mesi l'uruguaiano Luis Suarez e la Juventus e non per l'entità del colpo di mercato - poi sfumato - della società torinese, quanto per l'indagine legata al sospetto esame-farsa di italiano sostenuto dal calciatore presso l'Università per Stranieri di Perugia.

La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettrice d'Ateneo, Giuliana Grego Bolli, l'avvocato della Juve, Maria Cesarina Turco, l'allora direttore generale, Simone Olivieri, e la professoressa Stefania Spina. Le accuse sono falsità ideologica e rivelazione e utilizzazione di segreti d'ufficio. L'inizio dell'udienza preliminare è stato fissato per il 28 settembre.

E' stato invece sospeso il procedimento a carico del dirigente uscente dell'area sportiva del club, Fabio Paratici, e dell'avvocato della stessa società bianconera Luigi Chiappero, indagati per avere reso false informazioni ai pm.